• Mar 28, 2017|
  • Blog |
  • SempliceSublime

La Pasqua è un ghiotto momento per i marchigiani: già foriero di allegria per la tradizionale ricorrenza religiosa di festa e di rinascita è vissuta in tutto il suo splendore a tavola. Dalla colazione alla cena è un tripudio di bontà, con ricette semplici, appartenenti ad una cucina antica, naturale e contadina. Sin dalla mattina presto, la colazione rigorosamente salata è un pasto ricco che mette alla prova persino i più golosi con i salumi del territorio, la famosa pizza di Pasqua al formaggio e la frittata con la mentuccia. Nelle sue varianti dalle basse Marche a risalire a nord, cambiano gli ingredienti: carciofi o cipolle novelle. Molto rinomata è inoltre quella con asparagi selvatici ad Avacelli e a Urbino. Nella zona di Jesi si usano mazzetti di erbe aromatiche: salvia, rosmarino, basilico e menta. In provincia di Macerata gli ingredienti più comuni sono la borragine e la mentuccia.

Un momento di rito è rappresentato dalle uova sode tanto amate dai bambini che vengono benedette il venerdì Santo dal parroco di ogni paese e città delle Marche e che stanno a ricordare il legame con la resurrezione. Nella provincia di Ascoli Piceno alla pizza al formaggio si aggiungono i “piconi”: una semplice ricetta della tradizione contadina che vede protagonista il formaggio. Si tratta di ravioli salati che hanno per ripieno un impasto di uova e formaggio e che si cuociono al forno

Immancabili la fava fresca e il pecorino perché tutti a Pasquetta si danno a gite fuori porta con amici e famiglia come vuole la tradizione e pranzano al sacco per visitare campagne, chiese e borghi antichi.

Nel nostro shop trovi molto di che riempire la tua dispensa per preparare un ottimo menù pasquale e un appetitoso pranzo del lunedì di Pasquetta.

Sott’oli con carciofi, verdure e tartufi per crostini deliziosi, pane nociato e pizza diPasqua al formaggio, piadine da farcire con i saporitissimi salumi locali, prosciutto di Carpegna e ciauscolo spalmabile, pasta e sughi per chi ama i primi piatti, per finire dolci e crostate. A completamento dell’ottimo vino da scegliere con cura, rosso o bianco, a seconda di cosa dice il menù.

Pasqua è sinonimo di rinascita: ogni volta che portiamo in tavole queste ricette, teniamo vive le usanze di un mondo bello e antico.